Nina Ricci - Storia

Era il 1932 quando Maria "Nina" Ricci diede vita alla sua Maison de Couture a Parigi. Riconosciuta sin dagli inizi per il suo stile intinto di raffinata leggerezza, oggi è divenuto un marchio di riferimento per la sua eleganza e la sua incontrastata femminilità.
Il nome di Nina Ricci, grazie ad una perfetta combinazione di materiali, alla fluidità della linea e del taglio e alla sua capacità di cogliere l'essenza, è divenuto sinonimo di moda contemporanea. Il suo desiderio più profondo era di far trasparire la personalità più intima di ogni donna, proponendole un guardaroba classico che privilegia la naturalezza e l'eleganza all'ostentazione.
Nata a Torino nel 1883, si trasferisce in seguito a Monaco con la sua famiglia per poi approdare a Parigi. Qui trascorrerà 20 anni perfezionando la sua arte come couturière e sviluppando un'esperienza tecnica senza eguali.
Fiduciosa nel suo savoir-faire francese, Nina ha sempre portato avanti le sue convinzioni: valorizzare la donna, vestirla di un fascino spensierato, di uno stile armonioso, raffinato e grazioso proprio come un fiore appena sbocciato.